OSTEOPATIA


OSTEOPATIA

Valutazione funzionale e posturale preliminare • Trattamento strutturale (cervicalgie, dorsalgie, lombalgie, sciatalgie); Trattamento viscerale (stipsi, reflusso gastro-esofageo, acidità, diarrea) • Trattamento cranio-sacrale (mal di testa, insonnia) • Detensione membrane di tensione reciproca (per colpi di frusta)

 

L’osteopatia è stata fondata alla fine del 19° secolo dal Dr. A.T. Still, statunitense, il quale decise di utilizzare un approccio diretto sul paziente.
Il termine “Osteopatia” nasce dall’unione di “Osteon” (osso, in greco) e “Path” (percorso, in inglese), sottolineando l'importanza di ritrovare un equilibrato stato di salute attraverso un intervento che punta a riequilibrare la struttura osteo-articolare. 
I principi sui quali il Dr. Still ha basato questa terapia sono:

• la globalità del corpo umano
• la relazione tra struttura e funzione
• la capacità di autoguarigione del corpo umano

L’osteopatia, attraverso un trattamento esclusivamente manuale, cura il sintomo cercando di ridare alle strutture del corpo la capacità di svolgere la loro funzione in modo corretto.
Per strutture non si intende solo il sistema muscolo-scheletrico (benché preponderante), ma anche i visceri ed il tessuto connettivo nelle sue varie specializzazioni.
L’osteopata interviene sulle strutture che hanno perso la normale mobilità alterando così l’equilibrio posturale dell’individuo.
I meccanismi di compenso meccanico adottati naturalmente dal corpo e le variazioni locali del sistema nervoso e vascolare possono provocare, nel tempo, dei sintomi, spesso a distanza dalla regione in cui si è verificato il trauma.

INDICAZIONI


L’osteopata può intervenire su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano e anche sulle donne in gravidanza.
E’ molto indicato integrare con il trattamento osteopatico una terapia medica già in corso, qualunque sia la malattia curata.

L’osteopatia è indicata nel trattamento di:

  • lombalgie, sciatalgie, dolori dorsali o cervico-brachiali;
  • distorsioni articolari, tendiniti, algie muscolari;
  • disfunzioni mandibolari, nevralgie, sinusiti, cefalee, problematiche riguardanti l’orecchio come vertigini o otiti;
  • gastriti, coliti, cistiti, ernie iatali, migliora le funzioni di transito a livello intestinale, riduce problemi di natura congestizia del fegato o della sfera ginecologica come mestruazioni dolorose.

I bambini trovano giovamento dall’approccio osteopatico per disturbi comuni come otiti, coliche o problemi delle prime vie respiratorie.
Per gli anziani l’osteopatia può essere di aiuto per ridurre le conseguenze dell’artrosi diminuendo il dolore, il gonfiore ed aumentando la mobilità articolare.

TRATTAMENTO

L’osteopata si occupa dell’aspetto meccanico dell’individuo, quindi la sua visita è orientata in questo senso, con l’obiettivo di trovare i punti di maggior limitazione articolare, comprendere quali sono i più importanti e trattarli.
Il trattamento è esclusivamente manuale e comprende manipolazioni articolari, tecniche di rilasciamento delle tensioni muscolari e fasciali, tecniche viscerali e di riequilibrio del sistema craniosacrale.

Permettono una riarmonizzazione del tono posturale globale attraverso una organizzazione dei distretti muscolari in catene o gruppi muscolari, aventi la stessa funzione, tramite posizioni di stiramento muscolare protratte nel tempo.
Tecniche di Mezieres, di Suchard, di stretching globale attivo ne sono un esempio. 

 

L’osteopatia nello sport 

Se da un lato lo sport è certamente fonte di benessere per chiunque lo pratichi, dall’altro è provato che intense attività fisiche possono provocare traumi sportivi continui e recidivanti se non correttamente gestiti, sia per l'atleta professionista che per lo sportivo amatoriale.

L'osteopata individua gli squilibri biomeccanici e risolve i disturbi neurofisiologici dello sportivo agendo sulla struttura articolare, fasciale, viscerale, cranio sacrale. La visita Osteopatica preventiva e il trattamento manipolativo osteopatico consentono di prevenire e aiutare i casi di lesioni sportive.

Nelle specialità professionali la struttura muscolo scheletrica viene spinta a sollecitazioni estreme creando possibili problemi di base dell'apparato locomotore. Spesso questi disturbi non sono evidenti all'inizio della stagione ma si manifestano in incidenti (strappi, blocchi, debolezze, dolori) quando il corpo non è più in grado di compensare lo squilibrio.

I problemi più frequenti sui quali agisce lo studio KYROS nel settore sportivo sono: traumi distorsivi, infiammazioni tendinee, problematiche di tipo posturale, problemi muscolari. E’ l’osteopata che dopo la visita e il trattamento, può consigliare un piano di mantenimento ed un  monitoraggio periodico da parte dell`atleta dei piccoli traumi che coinvolgono la colonna vertebrale, legamenti, muscoli o articolazione.


L’osteopatia in gravidanza

Durante i mesi che vanno dal concepimento al parto sia la donna che il nascituro subiscono profonde trasformazioni.

L’Osteopatia è una terapia dolce volta ad assecondare il corpo della donna ai cambiamenti che avvengono durante la gravidanza.


Compito dell’osteopata è quello di donare alla mamma un benessere ed un equilibrio che le permetteranno di vivere una gravidanza serena, accompagnandola ad un parto il più possibile naturale e privo di complicazioni.

L’Osteopatia non costituisce nessun pericolo né per la mamma né per il feto ma è un valido aiuto per le sofferenze che si possono incontrare quali: mal di schiena, lombalgia, sciatalgia, difficoltà nella respirazione, problemi digestivi e bruciori di stomaco, difficoltà nel transito intestinale e costipazione, dolori alle gambe, problemi circolatori agli arti inferiori, dolori alla cervicale, mal di testa, mobilità del sacro, reflusso gastrico, infezioni del tratto urinario, vaginite o dolore durante i rapporti sessuali

Mediante un riequilibrio manuale della struttura corporea materna, un osteopata è in grado di liberare il corpo da fastidiose tensioni e rilanciarne i normali ritmi vitali.